Se il turismo è di VOLONTARIATO, migliora i giovani

sabato, 29 luglio 2017|

Le prime osservazioni mosse contro il turismo quale attività plasmata dalla società industrializzata moderna risalgono agli anni ’60. E’ il periodo in cui si inizia a “giudicare” il turismo di massa come superficiale, povero di contenuti e, dunque, non autentico.

Nasce la ricerca di un nuovo modo in cui “guardare” ciò che si visita, attraverso un approccio più “autentico” verso i luoghi del turismo che crei una relazione più intima tra il viaggiatore e la sua meta.

A partire dagli anni ’90, quindi, si è affermato un nuovo tipo di prodotto turistico: il viaggio è stato ri-strutturato per garantire al turista un’esperienza creativa, fortemente connessa al luogo visitato ed in grado di generare un cambiamento interiore nel viaggiatore coinvolto.

Tuttavia, nella società moderna e consumistica, nulla esclude che le basi del “nuovo turismo alternativo” (ecoturismo, turismo culturale, educativo, scientifico, rurale) possano essere minate dalla mercificazione, finendo per celare, dietro la loro apparenza creativa, modalità turistiche in aperto contrasto con  gli ideali originali che, invece, sostengono questa categoria.

Il “turismo di volontariato”, quindi, si presenta come un nuovo approccio di affrontare, rispetto al “turismo convenzionale”, attività a sostegno della sostenibilità, dello sviluppo delle comunità e della crescita dei viaggiatori.

E’ “turismo di volontariato” la forma di turismo “la cui promozione e diffusione è stata favorita, da un lato, dalla nascente attrazione delle forme di turismo alternative a quello di massa e, dall’altro, dalla spinta interiore delle persone che sentono di dover contribuire e fare la differenza, in modo diverso dal mero svago, alla vacanza dei soggetti più deboli o alla sviluppo delle località individuate come mete del viaggio”.

Nessuno, meglio di chi possiede la “vocazione al viaggio come esercizio culturale”, può garantire la connessione tra persone con interessi ed obiettivi condivisi. Si crea, quindi, una comunità che costituisce terreno fertile per lo sviluppo di relazioni ed esperienze in grado di elevare il livello di consapevolezza dei singoli partecipanti al viaggio.

Ciò porta ad cambio nella personale percezione che si ha della società e dei suoi problemi, a livello globale e locale, e, di conseguenza, ad un’apertura mentale e maggiore consapevolezza dell’alterità, che si estende oltre i confini etnici e culturali.

Un’altra sostanziale differenza tra il “turismo di volontariato” e il “turismo profit” sono gli obiettivi: mentre nel primo caso si privilegia la coesione sociale, nel secondo l’attenzione si focalizza sulla soddisfazione e l’appagamento personale dei fruitori del viaggio.

Il “turismo di volontariato” può e deve essere un formidabile passe-partout per avvicinare le persone e, soprattutto i giovani, alla ri-scoperta dei valori sociali e della propria identità storica, culturale e personale e garantire loro un’emancipazione dai falsi miti imposti dal consumismo. 

Visualizza e scarica l’articolo

 

 

Addio a Giovanni Bianchi

lunedì, 24 luglio 2017|

Il CTA Nazionale piange la scomparsa di Giovanni Bianchi, il cui esempio di rettitudine, impegno ed attenzione ai più deboli sarà, sempre, un modello per tutti gli aclisti di ieri e di oggi.

Addio grande Uomo, grande Politico, grande Presidente.

CHIUSURA SEDE NAZIONALE

venerdì, 21 luglio 2017|

Informiamo tutti i CTA che la Sede Nazionale rimarrà chiusa da lunedì 07 agosto a venerdì 25 agosto compresi.

L’Ufficio Tesseramento, invece, non sarà operativo a partire da venerdì 28 luglio e riprenderà le normali attività lunedì 28 agosto.

Facciamo presente che, prima della pausa estiva, il termine ultimo, per richiedere il materiale, è fissato entro le ore 11:00 di giovedì 27 luglio.

Acli e CTA Salerno: Premio alla Memoria Emidio Cecchini

giovedì, 20 luglio 2017|

Sarà il suggestivo quadriportico del Duomo di Salerno ad ospitare giovedì 20 luglio alle ore 21.00 il Premio alla Memoria “Emidio Cecchini” nel corso della rassegna Concerti d’Estate di Villa Guariglia… in tour, evento giunto alla XX edizione, firmato da Antonia Willburger e dal Centro Turistico ACLI di Salerno.

Il Premio, occasione per ricordare il compianto Presidente di Acli Arte e Spettacolo, scomparso prematuramente nel giugno 2016, vuole rappresentare un tributo all’uomo, al dirigente ed all’artista Cecchini, che ha saputo tramutare in impegno sociale, il suo talento artistico e professionale. Da sempre attento alla crescita umana e artistica dei suoi allievi, attraverso il Premio che le Acli provinciali ed il CTA Salerno hanno voluto istituire, si vuole riconoscere l’impegno e la dedizione che giovani musicisti, profondono quotidianamente nella crescita delle arti attraverso i propri talenti e capacità professionali. Quest’anno il Premio sarà conferito alla talentuosa pianista russa Anna Bulkina, vincitrice nell’edizione 2016 del Premio esecuzione pianistica “A. Napolitano”.

L’istituzione del Premio – dichiara Gianluca Mastrovito Presidente delle Acli di Salerno – è nata d’intesa con Antonia Willburger, per fare memoria di un amico e dirigente dalla grande sensibilità, dedito all’educazione e promozione dei giovani, che attraverso la sua prematura scomparsa, accresce in ciascuno di noi passione e senso di appartenenza associativo, che è prima di tutto legame, relazione buona e condivisione quotidiana. Alla serata, parteciperà Pino Vitale, Presidente Nazionale CTA.

PROGETTO CTA e-BIKE: “Diamo un Futuro al nostro Passato”

domenica, 16 luglio 2017|

Si è svolto, presso il bellissimo Borgo di Civita di Bagnoregio (VT), l’incontro tra il Presidente Nazionale CTA, Pino Vitale, ed il Sindaco di Civita, Francesco Bigiotti, per la presentazione del Progetto “CTA e-BIKE”.

L’iniziativa abbraccia i principi cardine del turismo sostenibile e risponde, con entusiasmo, agli inviti delle Nazioni Unite e del MIBACT, che hanno dichiarato il 2017 “Anno Internazionale del Turismo Sostenibile per lo Sviluppo” ed  “Anno dei Borghi”.

        “Con il Progetto CTA e-BIKE” – afferma Pino Vitale, Presidente Nazionale dell’Associazione – “il Centro Turistico Acli si impegna a sensibilizzare le comunità ed i giovani al rispetto per l’ambiente ed un maggiore contatto con il territorio. Inoltre, vuole premiare i Borghi Sostenibili più Belli d’Italia, supportandoli nella tutela del proprio patrimonio ambientale e culturale, come parte dell’identità tradizionale italiana”.

L’incontro apre la collaborazione del CTA con le Istituzioni per la ridefinizione del turismo sociale in turismo generativo per promuovere azioni concrete di sostegno alle comunità ed al territorio.

Il Sindaco di Civita di Bagnoregio, Francesco Bigiotti, ha definito l’iniziativa “un gesto importante, che riempie Civita di orgoglio e denota la profonda attenzione dell’Associazione verso le realtà territoriali”. “All’affermazione  «con la cultura non si mangia» – continua Bigiotti – “Bagnoregio ha risposto investendo nel settore turistico ed ottenendo il primato, tra i borghi italiani, nello sviluppo economico, nei servizi e nell’occupazione giovanile”.

 “Il CTA” interviene e conclude Vitale “ritiene Civita di Bagnoregio un grande esempio di turismo generativo, che coniuga bellezza naturale, scenari medievali, antichi percorsi storico – religiosi e crescita economia riconosciuta a livello mondiale, come testimonia la candidatura a Patrimonio dell’UNESCO”.

PROGETTO “CTA e-BIKE: Diamo un Futuro al nostro Passato”

giovedì, 13 luglio 2017|

Lavori In Corso per il CTA Nazionale!

Il Presidente, Pino Vitale, ha incontrato, il Sindaco di Civita di Bagnoregio, Francesco Bigiotti, per la presentazione del Progetto CTA eBIKE.

L’iniziativa vuole incentivare il turismo sostenibile e premiare i Borghi più belli d’Italia con la donazione di bici elettriche.

#5X1000 #5permille #turismosostenibile #BorghiPiùBellidItalia #CTAeBIKE #TravelEnjoyRespect

Progetto CHURCHING

mercoledì, 5 luglio 2017|

Il CTA Nazionale, come buona pratica della propria ridefinizione del turismo sociale in “Turismo Generativo”, promuove il “Progetto CHURCHING: siamo le Chiese che attraversiamo.

Il “Progetto Churching” è patrocinato dall’Ufficio Nazionale per la Pastorale del Tempo Libero, Turismo e Sport della CEI e realizzato dai giovani dirigenti della struttura territoriale CTA Tuscolana di Roma per favorire l’accesso all’arte e la cultura da parte di tutti.

L’iniziativa propone tour artigianali per vivere e scoprire Roma in modo originale: la “ri-scoperta” non solo delle grandi Basiliche, ma anche, e soprattutto, delle Chiese minori, che custodiscono tesori e storie nascoste.

Un’immersione a tutto tondo nella Capitale di conoscere la storia di Roma in modo completo e appassionante. 

Scopri e scarica gli intinerari